Whatshisname, Jeff Balloonski Bust, Scultura in resina, 18 cm

  • $320.00
    Unit price per 
Tax included. Shipping calculated at checkout.


Scultura in resina che usa il tipico cagnolino baloon, reso iconico da Koons, ma che è stato usatoin maniera del tutto innovativa da Whatshisname.


È un'edizione limitata di soli 150 esemplari.
Ognuno di essi è firmato, numerato manualmente dall'artista  ed è corredato di un certificato di autenticità firmato.

Perché si chiama Jeff Balloonski?

Il nome stesso è una combinazione di alcuni elementi. Il nome Jeff è un'allusione ai Jeff più popolari e di successo di questa generazione.

Il cognome - Balloonski - è una combinazione di due cose. La prima parte, Balloon, è un riferimento diretto alla mia serie di cani a palloncino precedentemente pubblicata e all'universo dei cani a palloncino in generale.
Il suffisso "ski" è molto più interessante e deriva dalla lingua polacca ed è molto comune nei cognomi polacchi.

Il suffisso "-ski" è un suffisso tipico di molti aggettivi polacchi, come ad esempio "niebieski" (blu), "polski" (polacco), "damski" (femmina, signora) e molti altri. I cognomi che terminano con "-ski" erano in origine aggettivi. La maggior parte di essi sono antichi cognomi della nobiltà polacca. Spesso derivano dal luogo di origine della famiglia. Il significato è semplicemente "di, da, connesso con, attinente a".
Ad esempio, i proprietari del villaggio "Kowale" ("kowal" significa fabbro) potrebbero avere il nome "Kowalski" che significa anche "parente del fabbro". Un altro esempio Piekarski potrebbe riferirsi a un luogo chiamato Piekary o qualcosa di simile, ma per la maggior parte del tempo probabilmente ha iniziato a significare "il parente del fornaio". ("piekarz" significa fornaio in polacco).

Quindi il carattere nobile Balloonski è una combinazione di Balloon, che si trasforma in kin of Balloon e dà origine al cognome Balloonski.

Perché un busto?

L'idea iniziale era quella di creare qualcosa che combinasse elementi di design classico con la moderna arte POP.
Il busto sembra essere un po' una forma perduta al giorno d'oggi. Storicamente i busti erano riservati alla nobiltà, alle persone di alto rango e a chi meritava un riconoscimento, quindi mi sembrava un abbinamento perfetto per la mia nuova opera d'arte. L'abbigliamento è stato ispirato dai busti di Mozart e di Beethoven (soprattutto Beethoven). 

A differenza di molti busti, la testa non guarda dritta, non è inclinata o ruotata di lato, né guarda verso il basso come accade in molti busti antichi, romani o greci. La testa del palloncino guarda un po' verso l'alto e un po' di lato, a rappresentare l'orgoglio del personaggio e un senso di profondo pensiero e riflessione.
Il colore bianco sporco è stato miscelato su misura per questa opera d'arte e ricorda le sculture classiche, ma allo stesso tempo la finitura lucida la fa sembrare un'opera d'arte moderna.