IL MOVIMENTO NEOPLASTICISTA

Posted by Bit Gallery on

Ogni artista ha un suo background e un senso estetico personale ben formato e definito, al quale sente di appartenere.

Le opere sono sempre il risultato di esperienze personali e suggestioni causate da immagini, ricordi, odori, luoghi, sapori, persone ed eventi che nella vita di ogni artista lo hanno forgiato e che continuano a farlo nel tempo.

E’ fuori da ogni dubbio che tra tutti questi elementi gli stessi grandi maestri della storia dell’arte sono un riferimento per ogni artista che si “Ispira” ad essi secondo la corrente che più trova affine alle sue corde.

In questa nostra nuova rubrica parleremo di queste commistioni che gli artisti si tramandano, dando vita a nuovi movimenti e stili, che si reinventano modificandosi e aggiornandosi nel tempo.

“Inspired” è il concetto centrale di questo interessante exsursus, che ci aiuterà ad intraprendere un viaggio nella storia dell’arte, applicandola ai giovani artisti a noi contemporanei.

 

Movimento Neoplasticista

 

Oggi vogliamo iniziare da Andrea Balzano, artista dall’immaginario vintage, e assai legato all’uso di materiali di riciclo. La sua ricerca è spesso legata ai materiali, che si combinano equilibratamente a forme e colori tipiche del movimento “Neoplasticista”… detta così ci potrà dire ben poco, ma se vi citiamo il suo fondatore tutto vi sembrerà subito più chiaro: Piet Mondrian.

Le opere Neoplastiche sono facilmente criticabili da chi poco s’intende di arte, appaiono a prima vista come banali, troppo semplici da realizzare e vengono confuse come casuali – dato che sono per lo più “non rappresentative”. Niente di più errato… alla base c’è un’incessante e complessa ricerca che smentisce la loro apparente semplicità. Le linee, i riquadri colorati, rigorosamente con colori primari, le geometrie prescelte sono ponderate in ogni singolo dettaglio, tutta la complessa architettura che ne sta alla base è frutto di sperimentazione.

I famosi Tableau, o griglie, non sono affatto casuali: ogni linea, ogni forma ed ogni elemento hanno un trattamento diverso fin dalla stesura del colore, che cambia a seconda della sua forma e della sua portata all’interno della tela. Le composizioni nel tempo vanno via via semplificandosi lasciando al colore bianco la maggior parte della superficie.

Così dagli anni ‘20 tutte le ricerche di Mondrian andranno verso l’arte astratta ed in particola modo verso lo studio delle proporzioni geometriche, trovando equilibri sempre più perfetti tra spazio della tela e rappresentazione dell’artista il quale si esprime attraverso elementi non reali.

L’aspetto rappresentativo qui è totalmente abbandonato e l’arte astratta inizia a farsi spazio tra i movimenti artistici, diventando una delle più apprezzate del Novecento.

Il  Neoplsticismo troverà forte riscontro e applicazione anche nell’architettura e nel design, con un potente impatto strategico per rimanere sempre al passo con i gusti contemporanei.

Nelle opere di Balzano tutti questi elementi sono forti, l’aspetto geometrico, l’uso dei colori primari, le linee scure, la preponderanza del bianco e l’equilibrio delle forme donano alle sue opere eleganza e quel tocco di sofisticatezza, che rimane nel tempo.

 Nelle ultime due sue opere “Astratto in rosso” e “Astratto in giallo” questa influenza è chiarissima. C’è però un’attualizzazione nei concetti: l’aspetto del materiale è importante. I supporti utlizzati sono tutti riciclati, in un’attenzione alla rigenerazione e riuso di oggetti ormai abbandonati. L’aspetto materico e il lavoro plastico, che ne sta alla base, crea in questo artista una particolare commistione tra quello che è il movimento dell’Espressionismo Astratto e l’Arte Informale che paradossalmente rifiuta la forma andando ad operare direttamente nella materia.

 In Andrea Balzano troviamo l’utilizzo e l’azione artistica direttamente sulla tela (attraverso l’uso di materiali con una proprio vita e storia), accompagnata però anche da una volontà di ricerca formale tipica del movimento “Neoplastico”.

 

LE OPERE DI ANDREA BALZANO SONO IN VEDITA AL SEGUENTE LINK 👉 https://www.bitgallery.it/collections/andrea-balzano

PER QUALSIASI ALTRA INFORMAZIONE SCRIVETECI A info@bitgallery.it

SEGUITECI ANCHE SUI SOCIAL: Bit Gallery

                                                        bit_art_gallery

 


Share this post



← Older Post Newer Post →