#2 Design Pills - LO STILE COLONIALE

Pubblicato da Bit Gallery il

Ecco con il nostro secondo appuntamento della rubrica "Design Pills", oggi vogliamo portarvi in un'ambiantazione coloniale, dove i colori tenui delle abitazioni tipiche del Sud America, si mescolano ai colori più intensi tipici della cultura Afro-caraibica. Con quel tocco di Pop che rende il tutto più attuale.

 

Design Pills Interno coloniale

 

In questa rubrica cerchiamo di darvi delle ispirazioni attraverso le immagini di meravigliosi interni, suggerendovi come arredarle con opere d'arte dal budget accessibile, non sempre gusto corrisponde alla parola "costoso", è importante avere una propria visione degli interni che più si desiderano per la propria casa.

Se avete una predilizione per gli ambienti luminosi, dai colori neutri, l'arredo coloniale potrebbe fare al caso vostro, l'uso di materiali come il legno di abete o la paglia possono con gran facilità aiutravi in questo intento. Ma un tocco di colore - sempre ben abbinato - può dare quel guizzo in più per evitare che le vostre pareti risultino asettiche. Noi vi consigliamo le opere di Susi Lee, artista dalle orgini sudamericane crea uno stile che definisce massimalista, fantasioso e a volte astratto. Le sue opere rappresentano un mondo dove gli occhi, il colore e le forme sinuose della natura prendono vita e si trasformano. Il colore della cultura afro-caraibica e la madre natura (pachamama) della cultura indigena sono armonicamente mixsate.

Se volete poi staccare del tutto potrete unire a questo trionfo di delicati rimandi alla natura una simpatica scultura PopeK color Tiffany di Whatshisname, un cagnolino dissacrante, che riprende le famose opere di Jeff Koons.

La Bit Gallery offre un servizio di consulenza su come allestire le proprie pareti di casa, ufficio, negozi, studi professionali e tantissimi altri ambienti e per ogni tipo di Budget!
SCRIVICI PER INFO: info@bitgallery.it
SEGUICI SUI SOCIAL: bit_art_gallery
                                       Bit Gallery

Condividi questo post



← Articolo più vecchio Articolo più recente →